venerdì 24 marzo 2017

NEW TALENTS ☕ Unbreakable Hearts di Ella Smith ● Brave Signora dei Draghi di Chiara Mineo

Questa settimana riesco ad essere puntuale! Eccoci con il nostro appuntamento con la rubrica New Talents oggi conosciamo due autrici che ci faranno immergere totalmente nel mondo Fantasy! Ella Smith ed il suo libro Unbreakable Hearts e Chiara Mineo con Brave Signora dei Draghi



Unbreakable Hearts 

di Ella Smith

Genere: Narrativa Contemporanea - Fantasy 
Autore: Ella Smith
Editore: StreetLibeSelphpublishing 

Attualmente, a soli due mesi dalla pubblicazione il libro è in classifica BestSeller Al 19 Posto nella sezione Narrativa Contemporanea e tra le migliori notvità nella sezione Fantasy in Ebook


Sinossi 
C'è sempre stato un alone di innocenza attorno ad Estella Fray, nonostante il suo mondo sia tutto tranne che innocente. Suo padre, i suoi amici e lei stessa, appartengono ad un mondo oscuro dove la morte e la vita sono solo una linea sottile che puntualmente viene superata per poter sopravvivere. Estella è un vampiro, vive a New York; Kit è il figlio del vampiro che per primo si è ribellato al regno di Hanry, Benjamin. Da allora, l'odio e il desiderio di vendetta hanno sempre intaccato i loro rapporti. Ma quando un giorno, una nuova minaccia spunta dall'ombra con la chiara intenzione di uccidere Hanry e Benjamin, Kit ed Estella non hanno altre alternative se non quella di sposarsi. Vincolati da un contratto e costretti a convivere per dimostrare una pace che in realtà è lontana dalle loro reali intenzioni, scopriranno che i loro cuori non sono così infrangibili come credevano.


Credevi che il mio cuore fosse infrangibile ed invece eccolo qui, sanguina e io non posso fare altro che cercare di seppellire questo dolore. Cercare di seppellire questo amore, per lui.


INVITO AL MATRIMONIO






PAGINA FACEBOOK DEDICATA AL LIBRO UFFICIALE : https://www.facebook.com/EllaSmithOfficial/




Brave Signora dei Draghi
di Chiara Mineo

Genere: Fantasy/storico/sentimentale
Formato: ebook/cartaceo
Pagine: 391
Prezzo: 1,99/11,44€

Brave ha diciotto anni, è fragile e indifesa. Esiliata dalla sua terra è costretta a fuggire dalle grinfie del Carceriere finché non incontra Dragos, il re vichingo di Neubourg. Brave non può sfuggirgli, è destinata ad essere sua: adesso appartiene al suo popolo. Per la prima volta, vicino a Dragos, sente di poter ascoltare il suo cuore, ma il passato cercherà di dividerli. Una crudele legge si frappone tra lei e il re: per i vichinghi l’amore è solo una debolezza. Brave dovrà imparare ad essere forte e coraggiosa; dovrà affrontare il passato e salvare il suo amore. Perché lei è la Signora dei Draghi e i draghi reclamano il suo sangue. 

«No!» gridò ancora Brave, ribellandosi. 

«Ferma!» ringhiò lui. L’agguantò per i capelli e la costrinse in ginocchio. 
Poi, fissandola dritto negli occhi dorati, le disse: «Questo è il regno di Neubourg e queste sono le sue leggi.»
E la marchiò per sempre
«Ferma!» ringhiò lui. L’agguantò per i capelli e la costrinse in ginocchio. 
Poi, fissandola dritto negli occhi dorati, le disse: «Questo è il regno di Neubourg e queste sono le sue leggi.»
E la marchiò per sempre

   

BLOGTOUR ☀ I LOVE ANIMALS quinta tappa - Il rifugio dei cuori solitari di Lucy Dillon

Buongiorno lettori, oggi iniziamo la giornata con la mia tappa di un tenerissimo blog tour ideato da Sara di Diario di un sogno. Tutti questi libri che recensiamo nelle varie tappe hanno come protagonisti i nostri amici e fedelissimi animaletti, sono tutti inoltre editi Garzanti editore.


Il rifugio dei cuori solitari
di Lucy Dillon

  • Editore: Garzanti Libri (21 aprile 2016)
  • pp 488

Seduta di fronte all'antica scrivania di rovere, Rachel ascolta a malapena il borbottio dell'anziano notaio che sta sbrigando le ultime formalità testamentarie. Il suo sguardo è fisso sulla sua eredità: un muso piegato di lato e pieno di comprensione, due enormi occhi color ghiaccio, un orecchio nero floscio e l'altro bianco e dritto. Gem non è un cane come tutti gli altri, è il border collie dell'eccentrica zia Dot che, morendo, ha deciso di lasciare alla nipote una grande tenuta in campagna, un rifugio per cani abbandonati e soprattutto Gem, l'amico prediletto. Rachel non è certo un tipo da cani e la sua sofisticata e mondana vita a Londra non l'ha preparata al faticoso lavoro in campagna. Ma tutta la sua vecchia esistenza è appena andata a rotoli. Non tutto però è perduto e Rachel scopre, proprio grazie a Gem, di avere un sesto senso nel trovare i padroni più adatti a prendersi cura dei trovatelli del rifugio. Natalie e Johnny sono una coppia senza figli e solo le corte zampette di Bertie, un tenero basset hound, possono far tornare il sorriso sulle loro labbra. Zoe crede che la piccola labrador Toffee sia uno scomodo regalo dell'ex marito ai suoi figli. E Bill, un incallito cuore solitario, non sa resistere ai dolci occhi neri della barboncina Lulu, che lo guardano adoranti da sotto i ciuffi di pelo. A tutti loro Rachel dona una nuova opportunità per una vita migliore, ma dovrà essere forte abbastanza da dare una seconda occasione anche al suo cuore spezzato...



  



Scodinzolii, coccole, dispetti e carezze. Questo è un libro pieno di tenerezza e quell'adorabile sensazione che solo i cani sanno dare e che possono davvero cambiare la vita. Ed è stato proprio così per Rachel che si è vista catapultare nella vita da canile della zia Dot ormai scomparsa, lei che di cani non ne ha mai voluto sapere. Nella sua vita però insieme ai cani speciali della pensione c'è anche Gem, border collie fedele compagno di Dot. A sua insaputa questo fu un vero e proprio dono dopo la fine della sua relazione e la conseguente perdita di casa e lavoro.
Lei non riusciva a comunicare con lui come probabilmente aveva fatto Dot, ma quello era un piccolo contributo al loro rapporto ben poco equilibrato, una piccola ricompensa per le notti pazienti che Gem aveva già trascorso aspettando accanto alla porta, ascoltando il suo sonno irregolare e facendola sentire un po' meno sola nella strana nuova esistenza in cui si era ritrovata.
Le vite diverse e particolari dei personaggi di questa storia hanno qualcosa in comune: si incontrano, si scontrano, si intrecciano. Ognuna di questi ha avuto un dramma nel corso della loro vita ma sarà proprio l'arrivo di un cane a stravolgerle e cambiare la loro esistenza di tutti i giorni in meglio, ricominceranno una nuova vita. Rachel in primis grazie a Gem riscopre se stessa in questa nuova casa, con amici veri (anche pelosi), Zoe per merito diToffee incontra Bill lasciandosi il passato alle spalle, Johnny e Natalie trovano in Bertie una luce dopo un momento difficile. Tutto questo grazie all'amore dei cani.

Spero che, quando starai leggendo queste mie parole, sarai più tranquilla di come sembravi l'ultima volta in cui ci siamo viste. Se nient'altro funziona, il mio consiglio - per quel che vale - è di portare i cani a fare una passeggiata. Anche se la risposta che cerchi non arriva, in quel lasso di tempo avrai reso felice qualcun altro, e mi accorgo immancabilmente che questo conta qualcosa, nel quadro più generale.
In questa storia impariamo come i cani abbiano bisogno di noi umani, che non sono giocattoli e non è nemmeno così semplice e superficiale prendersene cura. D'altro canto anche noi umani abbiamo bisogno di creature come loro, che ci stanno accanto, ci donano serenità, compagnia e coraggio per affrontare anche le sfide più difficili. Tutti i cani descritti in questo libro sembrano veri, sembrano uscire dalle pagine e spiegarti il dolore che hanno provato al loro abbandono. Amore, amicizia, segreti, seconde occasioni. Consigliato a tutti gli amanti dei cani ovviamente che troveranno inevitabilmente qualcosa di sè in queste storie ma anche e soprattutto a chi ne diffida, magari per cambiare idea. E' un libro dolcissimo, che scalda gli animi, una storia perfetta per chi ha bisogno di amore, di pensieri positivi, di ricominciare. 

So che non c'è nulla come una lunga camminata con un buon compagno quando si tratta di raccontare i tuoi problemi a un orecchio solidale [...] sono ascoltatori fantastici, i cani. Non cercano mai di darti consigli, contrariamente agli esseri umani.
Io e Luna
Nel 1999 Luna è entrata nella mia vita. Era piccola, minuscola, aveva solo due mesi, io ho scelto lei e lei ha scelto me. Una dolcissima Pincher di Praga. Da allora non ci siamo più separate, siamo cresciute insieme come due sorelline. Il nostro rapporto è speciale, ama stare vicino a me soprattutto nel letto, la mattina  la sento zampettare davanti alla porta in attesa che qualcuno le apra, ed è grazie a questo che inizio la giornata con il sorriso.  Ci sono stati momenti difficili tanto che tutto il resto intorno a me si era fermato, le sono stata accanto aiutandola a rialzarsi ed ora sono felice sia ancora qui con me. Quando sono lontana da casa niente mi manca come il suo nasino bagnato ed il suo starmi appiccicata quando leggo. Ora è vecchietta ed acciaccata ma è tanto dolce, la amo come il primo giorno, forse di più, la miglio amica che io potessi mai avere! Avere un cane per me significa avere qualcuno che ti sta sempre accanto, non ti abbandona mai, non ti giudica ma anzi ti fa sentire la sua presenza, come un piccolo angelo scodinzolante che ti dà leccatine d'amore. E' un amore unico che forse non tutti possono capire ma spero che almeno una volta nella vita ognuno possa provare una sensazione del genere.


Io e Luna, cresciute insieme ed inseparabili amiche da 17 anni  


E voi invece avete degli animali? Come è il vostro rapporto con loro? Raccontatemi  Conoscete poi altri libri che trattano di questi argomenti, i nostri amici animali? Lasciatemi un commento qua sotto, sono molto curiosa e sarò felice di rispondervi!

Non dimenticate di seguire tutte le tappe di questo bellissimo blogtour dedicato ai nostri amici a 4 zampe! Ecco qui sotto tutte le date con i blog partecipanti.



mercoledì 22 marzo 2017

NEW TALENTS ☕ Non mandarmi via di Daniela Mastromatteo ● Caccia mortale - Cronache dei due Mondi di Stefano Marguccio


Oggi con la rubrica New Talent, spazio dedicato interamente agli autori emergenti, vi facci conoscere due autori, la prima è Daniela Mastromatteo con il suo libro Non mandarmi via ed il secondo autore è Stefano Marguccio con il suo romanzo fantasy Caccia mortale - Cronache dei due Mondi. 



Non Mandarmi Via
di Daniela Mastromatteo

Romanzo: Auto conclusivo. Secondo volume della serie "La Speranza"
Genere: Romanzo.
Prezzo e-book: 0,99 euro. Gratis con Kindle Unlimited.
Data di uscita: 24.11.2016

Maya è un’educatrice d’infanzia e nel tempo libero ama scrivere favole per bambini. La sua vita è apparentemente perfetta. Ha due splendidi amici, Charlotte e Chris, vive ancora con i suoi genitori sul lago di Costanza e ha una storia epica con Niklas dai tempi del liceo. Tutto sembra ruotare per il verso giusto, fino a quando, in una calda sera di primavera, la giovane ragazza decide di imboccare una strada poco trafficata, al rientro dal lavoro. Quella notte, un ragazzo scalzo, sporco e senza alcuna apparente identità piomberà nella sua vita come un uragano. Non si sa nulla di lui, eccetto il suo nome. Eppure Maya non riesce a restare indifferente dinanzi alla sofferenza che scorge in quei profondi occhi azzurri. Nate è scontroso, irascibile e non sopporta la troppa gentilezza della ragazza. Non crede nei rapporti umani e vuole soltanto approfittare della sua ingenuità. Inizia così una convivenza forzata, un susseguirsi di segreti nascosti, avvenimenti struggenti e scoperte che cambieranno radicalmente la vita di entrambi. Una settimana soltanto: era questo l’accordo; ma si sa, le cose non vanno mai come le pianifichiamo.
 «[…] Prova a fare un bel gesto, a qualsiasi persona tu pensi meriti un sorriso, e vedrai che ti sentirai meglio.»


L'AUTRICE

Daniela Mastromatteo nasce a Peschici, un piccolo paesino della Puglia nella provincia di Foggia. Fin da bambina ha una grande passione per i libri e all'età di ventiquattro anni è arrivata a pubblicare il suo quarto romanzo. (Un piccolo racconto Fantasy è stata la sua prima storia, dal titolo "Il dono di Melany". In seguito ha pubblicato un libro/manuale d'amore dal titolo "Il profumo della felicità". Entrambi pubblicati su Amazon.) “Hope: Gli occhi della Speranza” è il romanzo con cui si è fatta conoscere davvero, arrivando a parecchi lettori. "Non Mandarmi Via" è il suo ultimo lavoro. Daniela svolge varie mansioni nel settore turistico, conosce bene la lingua tedesca e inglese e dedica gran parte del suo tempo alla scrittura.

Per restare in contatto con l’autrice, potete seguirla sulla sua pagina Facebook: Daniela Mastromatteo - Romanzi. Oppure sul suo profilo Facebook: Daniela Mcg Mastromatteo. Se preferite mandarle una mail, potete scriverle a questo indirizzo: daniela.mastromatteo92@gmail.com






Caccia Mortale - Cronache dei due mondi
di Stefano Marguccio

Genere: ROMANZO FANTASY
255 pagine 
  • Editore: Delos Digital (26 aprile 2016)


 Il primo romanzo delle Cronache dei Due Mondi, un nuovo, possente ciclo fantasy che vi porterà in un universo in cui per vivere e per ottenere piena dignità, gli uomini devono combattere. Anche contro creature che non provengono dal loro mondo...

Il cielo di Arkandia è avaro di nuvole quanto la sua terra lo è di giustizia. Delion di Rubra, primicerio del monastero di Urd il Profeta, è un senza cognome. Nel sistema corrotto della Confederazione uno come lui conta zero. Per questo ha deciso di unirsi a una società segreta che promette di rovesciare l'ordine costituito per sostituirlo con uno più equo, guidato da un uomo solo, come ai tempi dei re. Il suo sogno di cambiamento, però, vive il tempo di una notte. Un terremoto distruttore rade al suolo la città in cui vive, rimescolando le carte della sua partita con il destino. Un demone lo scruta dalle tenebre di una stanza gelida. Una fanciulla dai capelli immacolati trascrive tutto quello che dice e fa. La caccia è appena iniziata, e i mondi che sono stati separati presto saranno uniti di nuovo. Segui le avventure di Delion di Rubra nel ciclo delle Cronache dei Due Mondi! 





- Per cambiare il mondo ci vogliono i soldi. Ci vogliono i contatti giusti.
Fionnghall sorrise.
- Tutti i viaggi iniziano con un passo, Delion, e in questo viaggio dovrai lasciare a casa la logica dei soldi e del potere. Soldi e potere ti fanno credere di avere il controllo sulla realtà, ma è solo una stupida illusione. Soldi e potere non cambiano nulla. Anzi, fanno di tutto perché le cose restino come sono. Ma andiamo al sodo: cosa vuoi sapere sui cavalieri?
Delion fu colto alla sprovvista.
- Non saprei. Tutto. Si dicono molte cose dei cavalieri. Ci sono alcuni eventi per i quali sono stati ricordati. Eventi riportati nelle canzoni di tutti i Casati. Soprattutto fatti di guerra, ma anche prove di saggezza, di generosità e di sacrificio. Sono i racconti preferiti dai bambini. Ma manca la sostanza. Come erano organizzati? Come venivano scelti? Come venivano addestrati? L’argomento mi ha incuriosito da sempre, ma non sono riuscito a trovare un solo libro che approfondisca queste cose.
Fionnghall sorrise sornione.
- Noto con piacere che anche tu ti sei accorto di quanto poco ci sia a disposizione della gente di Arkandia in materia. Iniziamo dalle basi. Un cavaliere non si giudica da come sa maneggiare un’arma, da quanto sia bravo a condurre gli uomini in battaglia o da quanto sia equanime nel dispensare giustizia, tutte queste cose vengono date per scontate. Il cavaliere vale quanto le Virtù che sa testimoniare con la sua vita. Le Sette: Armonia, Possanza, Coraggio, Compassione, Purezza, Fiducia e Gioia. Sembra banale, ma… -


L'AUTORE


Stefano Marguccio (Milano, 1975). Dopo aver viaggiato il mondo tramite gli album di fotografie di famiglia, decide di fare del viaggio la sua professione. Laureato in Giurisprudenza, Master in Diplomacy dell'ISPI, Master in Management Pubblico della SDA Bocconi, fa le sue prime esperienze di lavoro sia nel settore privato che nel pubblico. Nel 2004 entra a far parte del corpo diplomatico

della Repubblica Italiana. Da allora gli aerei lo hanno portato per lavoro in mezzo mondo. Appassionato di fantasy e di cavalli fin dalle elementari, nel 2010 inizia a scrivere le Cronache dei Due Mondi. Sua figlia, in un tema, ci ha tenuto a mettere su carta che è il membro più strano della sua famglia. Dal maggio 2014 è il Consigliere Diplomatico del Ministro dell'Ambiente della Tutela del
Territorio e del Mare.

venerdì 10 marzo 2017

NEW TALENT ☕ Maybelle Tentazione Proibita di Giulia Masini - Madri a rendere di Beatrice Tauro

Oggi con la rubrica New Talent, spazio dedicato interamente agli autori emergenti, vi facci conoscere due autrici, la prima è Giulia Masini con il suo libro storico Maybelle Tentazione Proibita e la seconda è Beatrice Tauro con la sua storia attuale tutta al femminile: Madri a Rendere.






Maybelle Tentazione Proibita 

di Giulia Masini

Genere: Romantico-Storico/età Vittoriana
Formato: ebook e cartaceo (solo su Amazon)
Editore: Autopubblicato
Editing: Nuova edizione editata da Diego Di Dio nell’ottobre del 2016
Data di pubblicazione: Giugno 2016
Pagine: 370 Kindle
Pagina Facebook: Giulia Masini - Autrice

“Ho sentito di donne che si sposano per convenienza, altre per non rimanere zitelle, raramente per amore... ma mai per odio. Siete una ragazza alquanto bizzarra, signorina May, sapete?”


Inghilterra-Turchia 1862



Belle Laughton potrebbe avere tutto dalla vita: e bella ed è la figlia di un conte, ma la morte di suo fratello Todwa, avvenuta durante la guerra in Crimea, non le permette di essere felice. 

Una sera, all’uscita del teatro, incontra Damon Crawford, marchese di Pembroke, sfacciatamente bello e sicuro di sé, e unico responsabile della morte di Todwa. Il giovane non sembra averla riconosciuta e quando Belle torna a casa ha solo un’idea in testa: vendicare la morte di suo fratello. Il marchese è uno dei libertini più accaniti di Londra e Belle, per riuscire a vendicarsi, decide di togliergli la sua libertà costringendolo al matrimonio. Ma per farlo deve prima riuscire a sedurlo ed essendo completamente inesperta, si rivolge a madame Lorette, maitresse di una casa d’appuntamenti. Dopo settimane di lezioni sull’arte della seduzione, e alcuni incontri con Damon sotto le mentite spoglie di May, misteriosa protetta della maitresse, finalmente arriva il giorno tanto atteso: l’appuntamento con lord Pembroke.

Riuscirà Belle a portare a termine le sue intenzioni? Oppure Damon, esperto di donne, si accorgerà del suo inganno?




La signorina May sbatté le lunghe ciglia, aveva le guance imporporate, probabilmente per la camminata appena fatta, si disse Damon, resistendo all’impulso di sfiorarle la pelle candida del collo.

– State forse cercando di sedurmi? – domandò lei, mordendosi un angolo del labbro inferiore. "Certo che sto cercando di sedurvi! Ma voi fate lo stesso, però."

Lo sguardo di Damon si concentrò su quel piccolo e insignificante gesto che la signorina May aveva appena fatto. Non era la prima volta che glielo vedeva fare, ma questa volta l’effetto che gli stava provocando era diverso; forse dipendeva dal modo in cui lei lo stava fissando, o forse lui era semplicemente impazzito. Senza neanche rendersene conto cominciò a girarle intorno. Si sentiva come una bestia feroce e l’avrebbe divorata molto volentieri.
– Avrei forse qualche possibilità? – le chiese Damon resistendo all’impulso di toccarla. – Sapete quello che voglio da voi. Madame Lorette deve avervi parlato della richiesta che le ho fatto, ma voi sembrate volermi sfuggire.
– Ho capito – rispose lei seguendolo con gli occhi. – Vi piacciono le conquiste facili. 
Damon le si fermò davanti. – A che gioco state giocando?
– Io non sto giocando, lord Pembroke, pensavo che lo aveste capito.
– Allora ditemi quando posso trovarvi da madame Lorette.
– Come vi ho già detto non sono una delle sue protette – rispose, avvolgendosi a un dito una ciocca di capelli sfuggita al morbido chignon intrecciato alla base della nuca.
– Lo ricordo molto bene – sussurrò Damon senza riuscire a staccare lo sguardo da quelle dita affusolate che stavano giocando con quei fili d’oro. – Ma allora perché mai vi ho vista nella casa d’appuntamenti di madame Lorette?
– Non siate invadente, lord Pembroke, ognuno di noi ha dei piccoli segreti da nascondere. Adesso dovete scusarmi ma devo proprio andare.
Non ancora, è troppo presto!
– Vi riaccompagnerei volentieri dovunque dobbiate andare, ma credo che non me lo permettereste, vero?
– Avete indovinato. Gradirei che ci salutassimo qua.
– Siete venuta ai Cremorne Gardens con un uomo? – le chiese Damon senza riuscire a trattenersi in alcun modo.
– Non riuscite proprio a resistere, vero?
Mi sta forse rimproverando?, si chiese Damon guardandola. Mi piace! Si lasciò sfuggire una risata e in quel momento si sentì un vero idiota. – Scusatemi se ve lo dico, ma siete veramente terribile! Non rispondete mai alle domande che vi vengono poste?
– Dipende dalle domande.
– Capisco. Se si tratta di una tattica per riuscire a intrigarmi, vi avverto che ci siete riuscita.
– Lo so, lord Pembroke – disse lei muovendo un passo, – siete nelle mie mani! – Battendogli il ventaglio chiuso sul petto, gli lanciò un’occhiata che prometteva il paradiso e l’inferno insieme, poi se ne andò.


L'AUTRICE

Giulia Masini nasce a Lucca nel 1973, la sua passione per la scrittura inizia quando è poco più di una ragazzina con la scrittura di alcuni racconti che custodisce gelosamente fino a quando le viene voglia di riprenderne in mano alcuni per svilupparli in modo più articolato. Nel 1997 nasce il suo primo romanzo: “L’Orlando Blu”, che pubblica in formato e-book nel Luglio del 2015 con StreetLib SelfPublishing e nel Dicembre del 2015 in esclusiva su Amazon. Segue poi il terzo romanzo “Il Sigillo dei Kerrey”. Nel Giugno 2016 pubblica in esclusiva su Amazon “Maybelle Tentazione Proibita”. Attualmente sta lavorando sul quinto romanzo. 
Curiosità:  Maybelle Tentazione Proibita è sicuramente il romanzo che mi ha coinvolta di più, questo perché, essendo uno storico, ho dovuto fare molte ricerche. La cosa mi ha divertito talmente tanto che ho deciso di creare un glossario. Nel “Glossario del Vero e Falso”, che troverete alla fine del romanzo, potrete leggere una moltitudine di informazioni che riguardano il periodo storico in cui è ambientato il romanzo (personaggi, luoghi e origine di alcune usanze, come ad esempio il tè delle cinque), ma anche le informazioni che non sono vere.


Quella di Beatrice Tauro è una storia tutta al femminile, che partendo dal tema dell'amicizia perduta e ritrovata, affronta i temi della maternità e della famiglia non convenzionale. Nel corso del fine settimana che le vede di nuovo tutte insieme, le quattro donne si raccontano, confrontando i reciproci vissuti, la diversa quotidianità che le contraddistingue. Ma è soprattutto Elena che, avendo abbandonato le amiche all’improvviso e senza spiegazioni ai tempi dell’università, sente il bisogno di raccontare alle altre le vicende che la allontanarono e che segnarono la sua esistenza. Ed è soprattutto per scoprire cosa era successo tanti anni prima che le altre hanno accettato il suo invito, anche con il segreto intento di dare un senso alla rabbia che all’epoca le aveva accomunate di fronte all’abbandono dell’amica e che ancora non era stata pienamente elaborata. Nel racconto del reciproco vissuto emergono le differenti esperienze di vita, con gli amori sbagliati, le maternità desiderate e negate, le relazioni familiari e le esperienze professionali. In un crescendo di condivisione che supera l’iniziale diffidenza, le quattro  donne si renderanno protagoniste di scelte di vita davvero rivoluzionarie per le loro esistenze, su  un percorso trasgressivo e profondamente umanitario insieme, lanciando una sfida a viso aperto alle convenzioni e agli stereotipi della società tradizionale, valorizzando un concetto di famiglia che può assumere anche delle accezioni insolite e talvolta bizzarre.


Madri a Rendere

di Beatrice Tauro


  • Copertina flessibile: 112 pagine
  • Editore: Cinquemarzo (21 novembre 2016)
  • Collana: Erato

Il libro è acquistabile in tutte le librerie su ordinazione e sui principali siti online (IBS, Amazon, Libreria Universitaria...), oltre che sul sito della casa editrice www.cinquemarzolibri.net


Anna, Cecilia, Francesca ed Elena. Quattro amiche ai tempi dell’università che si sono perse di vista e che si ritrovano dopo oltre dieci anni di lontananza per trascorrere insieme un fine settimana all’insegna dei ricordi, dei rimpianti e dei rancori. 

Un mare di emozioni aveva inondato quella stanza, un susseguirsi di sensazioni che avevano accompagnato il loro diventare donne in una grande città, coltivando la loro amicizia come se dovesse durare per sempre.


L'AUTRICE
Nata e cresciuta in un borgo nel cuore dell’Abruzzo, a diciannove anni si trasferisce a Roma per frequentare l’università e qui si stabilisce per amore e lavoro. Appassionata di viaggi, lettura e scrittura, predilige la narrativa contemporanea e il confronto interculturale. Particolarmente appassionata di letteratura femminile, anche di culture e paesi diversi e distanti. Da oltre un anno cura il blog “Con altre parole” dove racconta il mondo arabo e islamico attraverso le parole degli scrittori occidentali.


giovedì 9 marzo 2017

Buona festa della donna con i libri di Emma Fenu

Oggi è il 9 marzo, ma è bello ricordarci che siamo donne ogni giorno, festeggiarci sempre, esaltare i nostri valori ed il nostro essere belle così come siamo. Anche Emma Fenu vi fa gli auguri tramite i suoi libri, editi Milena Edizioni.

L'8 marzo, ricordate. Fatelo in una conferenza, in un seminario, in un teatro, in un cinema, in una pizzeria, nella vostra cucina. Rallegratevi, indignatevi, guardate al passato, vagliate il presente e preparate il futuro. Fatelo tutte e tutti. Il futuro non è fatto di un giorno all'anno, ma di ogni istante concesso per poter rendere il mondo più nostro e, quindi, migliore."
Emma Fenu




 Donne madri, forti come Dee,
capaci di rinascere dopo infinite eclissi.
Donne mamme, lune piene, dolci come miele.
Dee del miele.

Le Dee del miele è una storia, ispirata alla realtà, che si snoda attraverso tutto il Novecento, ambientata in una Sardegna intrisa di mito e memoria. In tale contesto, in cui si fonde un universo parallelo di spiriti, fate e demoni, spetta al mondo muliebre vegliare sulla vita e sulla morte.Le protagoniste sono, infatti, quattro donne: Caterina e Lisetta, fanciulle che non si conoscono, ma che diverranno consuocere; Marianna, figlia adottiva di Lisetta; e Eva, figlia di Marianna. Sono creature diverse fra loro, per ceto sociale e vissuto, ma legate dai fili del destino fino a divenire parte l’una dell’altra, tramite un cordone ombelicale di sangue, luna, farina, miele, mistero, esoterismo e agnizioni.Sarà Eva a riannodare il filo rosso di mestruazioni, parti e aborti delle sue antenate e a scoprire il vero segreto del “dono” di famiglia.Questa è, dunque, una storia di Donne. Donne madri, forti come Dee, capaci di rinascere dopo infinite eclissi. Donne mamme, lune piene, dolci come miele. Dee del miele.



Nessuna donna dovrebbe essere schiava del mito della bellezza. Questa piccola fiaba illustrata vi farà riflettere!
IL SEGRETO DELLE PRINCIPESSE
Dopo il matrimonio di Cenerentola con il principe, la sorellastra Genoveffa vive i suoi giorni in uno stato di forte tristezza, sognando invano di essere bella, convinta che solo la bellezza possa donarle l'amore. Dopo giorni di rassegnazione, però, decide di rimboccarsi le maniche e andare incontro a piccole gioie, quali costruire una bici per sfrecciare in lungo e largo. In una di queste avventure le giunge all'orecchio una melodia bellissima che la porterà a incontrare il suo principe azzurro, che poi in verità principe non è, ma che le darà quella felicità tanto cercata nei luoghi sbagliati e con falsi miti. Perché la vera bellezza che porta all'amore e alla gioia è solo quella interiore!



Questa settimana in versione ebook e a fine mese in libreria: 
VITE DI MADRI


“Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità” è un romanzo che si snoda attraverso storie di donne legate fra loro, apparentemente, solo da un percorso di infertilità. L’incipit e la conclusione, entrambe affidate a un io narrante che si rivolge direttamente al lettore, illustrano il progetto che l’autrice, anch’essa infertile, ha deciso di condividere creando una raccolta di centocinquanta testimonianze vere, rielaborate, che gettano luce sul lato oscuro della maternità negata o infertile nell’utero e nel cuore. 

Sono tredici storie. 
Storie di donne mortificate nella femminilità, da abusi o da malattie o da eventi imponderabili. 
Storie di nonne e madri, che hanno generato creature infertili nell’utero e nel cuore. 
Storie di bambine, ora cresciute, ma ancora bramose di una carezza. 
Storie di figlie desiderate, con amore indomito.
Storie di guerriere vittoriose, non di vittime, che hanno saputo rialzarsi e sorridere alla vita. In verità, sono tutte storie di Madri. Madri di idee, di progetti, di sogni. Seni turgidi di Dee che accolgono amiche, sorelle, mariti, amanti.
Madri delle proprie madri e perfino di se stesse, capaci di far germogliare speranza e abortire fantasie, di creare dal nulla e di nutrire di sé: totalmente imperfette e, per questo, così seducenti e difficili da decifrare.



L'AUTRICE
Emma Fenu, nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vive, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Ogni cinque anni, per esigenze lavorative, cambia nazione o continente. Laureata in Lettere e Filosofia, ha conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrive per lavoro e per passione. Si occupa da anni di Storia delle Donne, di Letteratura e di Iconografia; recensisce libri e intervista scrittori per vari siti web; presiede un blog, “Cultura al femminile”, tiene corsi di scrittura creativa e insegna lingua Italiana agli stranieri.


RECENSIONE • Il ritorno di Bianca Baratto


Dopo molto riesco a pubblicare una recensione, (finalmente!!) Oggi vi parlo di un libro che mi ha donato La strada per Babilonia, casa editrice impegnata con gli autori emergenti. Una letture che ho accolto con curiosità ed entusiasmo perché ho trovato poche informazioni sul web. Come sempre sono felice di ritrovare delle bellissime storie provenienti dalle penne di autori esordienti e poco conosciuti, il mio intento come blogger infatti è soprattutto quello di farvi conoscere nuovi autori meritevoli di essere letti.
 Le persone che non sentono la musica, giudicano pazzi coloro che ballano.

Il ritorno

di Bianca Baratto

edito: La strada per Babilonia (Link al sito)
pubblicazione: 5 novembre 2016
pp 132


Un uomo giovane e affermato vive, accanto alla sua compagna, una vita agiata e tranquilla, in una Milano che soddisfa tutte le loro esigenze. Così, almeno sembra, fino al ritrovamento del cadavere di una donna indiana che dà inizio ad un inaspettato cambiamento nella vita dei due giovani: lasceranno l'Italia per raggiungere Nuova Delhi. Attraverso questo viaggio in India, incontreranno la loro parte migliore, conosceranno il dolore vero ma anche la gioia e la rinascita. I luoghi che i protagonisti vedranno, da Delhi a Londra, da Calcutta alla valle del Paddàr, diventeranno quasi protagonisti del romanzo stesso. I due ragazzi faranno incontri straordinari e indispensabili alla loro rinascita e alla realizzazione della loro esistenza. Una storia che infonde coraggio e speranza, per chi non ha paura di farsi trasportare dalle emozioni.
 

I colori ed i sapori dell'India escono sgargianti e forti tra le pagine di questo libro. Una storia che scorre veloce senza dare il tempo di annoiarsi, lungo le vite e flashback dei personaggi, una storia piena e ricca di insegnamenti soprattutto da parte della cultura indiana da cui dovremmo imparare di più, e che sembra quasi agglomerarsi con i personaggi che animano questa storia. Sono rimasta affascinata da alcuni concetti di questa cultura, che conosco gran poco. Secondo loro prendere coscienza dei propri errori procura grande dolore, ma ciò che accade nel passato resta fermo e non possiamo più intervenire ma agire, qui ed ora, con fermezza e serenità di spirito senza sprecare sensi di colpa, uscire dalla prigione che da soli ci siamo creati e finalmente essere liberi.
Qualunque sia il dolore o l'angoscia che proviamo dentro di noi, si tratta di qualcosa che ci portiamo dentro da tempo immemorabile. L'evento doloroso che ci troviamo a dover superare ogni tanto non è altro che una occasione per risvegliare quell'antica sofferenza, nascosta e dimenticata in fondo al nostro cuore con cui non abbiamo mai fatto i conti. 

Le vite di Guido e Marta vengono scosse da un avvenimento inaspettato, la morte di Tanushri, una donna e amica che aveva un legame profondo con Marta; lei era un fiore d'acciaio nato nella fertilissima terra dell'amore. Qui capisce che il filo che l'aveva sempre legata a questa donna non si era del tutto spezzato, le veniva offerta una seconda possibilità per ricucire i fili della memoria per completare il puzzle che aveva formato l'intrecciarsi della sua vita con quella di Tanushri. Decidono quindi di partire per l'india alla scoperta del passato. Si troveranno faccia a faccia con  una cultura totalmente diversa, durante il rito funebre Marta si distingue nettamente come una donna occidentale  in quanto affranta dal dolore, per noi questo è momento di puro dolore difficile da comprendere e da accettare mentre per gli indiani rappresenta solo un momento di passaggio da una vita ad un'altra; per continuare il cammino della conoscenza. L'india riuscirà a ricucire il rapporto tra Marta e Guido che a causa del lavoro si era appiattito.
Il dialogo tra loro si interrompeva spesso e domande importanti a volte restavano senza una risposta , così la sensazione che gli rimaneva sotto pelle era che quella loro storia, così bella e importante all'inizio, incominciasse a sfilacciarsi lentamente, lasciandogli un po' di amaro in bocca.
Qui vivranno momenti di immensa felicità ma anche di estremo dolore, ritrovando comunque la voglia di ricominciare una vita diversa, un viaggio di scoperta e riscoperta di sé stessi. La narrazione ci spinge di conseguenza a guardarci dentro, esplorare il nostro IO interiore con tutta la pace che questo libro ci dona. Una filosofia di vita predomina lungo tutta la storia, essere fedeli a noi stessi e non mollare qualsiasi cosa accada. L'autrice è stata molto brava, mi ha emozionata e vi consiglio vivamente di leggere il suo racconto dove l'unica pecca che posso trovare è che sia finito troppo in fretta! 
Una cosa smette di farti soffrire quando la lasci libera di essere... Vale dia per una persona (per il suo ego) che per ciò che sentiamo dentro. Questo significa dire SI alla vita e prima ancora significa dire SI a noi stessi. Solo facendo così potremo veramente sentire (non capire) che cosa è meglio per noi." Carissimo Amal, pensò Guido commosso e grato, non facevo che dirgli " Non capisco, fammi capire.." E si ricordò di quando l'amico gli diceva " per capire serve la testa, una stanza piccola e piena di disordine nella quale si impolvererebbe anche l'intenzione più pura. Abbandona la necessità di capire...almeno per un po'... e lascia che le cose accadano, senza giudicare. Ascolta solo il tuo cuore."